Via Padova-Giambellino. Controlli a tappeto in macellerie e kebab

L’ultima operazione risale a pochi giorni fa. L’Unità Annonaria della polizia locale ha sequestrato oltre 200 chilogrammi di carne e prodotti di gastronomia in cattivo stato di conservazione in una macelleria di via Giambellino.

Accanto ai frigoriferi del negozio, gestito da un egiziano, gli agenti hanno trovato anche un topo morto. In un box collocato all’interno del cortile condominiale e in pessime condizioni igieniche, i vigili del Commissariato Lorenteggio e il personale del Distretto veterinario hanno trovato due congelatori pieni di prodotti ittici, carne rossa e di diversa origine. In un secondo deposito, un altro congelatore con prodotti alimentari.

Gli oltre due quintali di merce, come hanno riferito gli agenti dell’Annonaria, erano «compattati in blocchi di ghiaccio, senza l’etichettatura che permette di verificare la tracciabilità dei prodotti, presentava colorazioni anomale e bruciature da freddo, segno di una cattiva conservazione». Come se non bastasse, lungo i bordi dei frigoriferi erano presenti muffa nera e sporcizia. Il titolare della macelleria è stato denunciato all’Autorità giudiziaria e la merce posta sotto sequestro.

Non è stato un blitz estemporaneo. Come riferisce l’assessore alla Sicurezza Carmela Rozza, «oltre ai controlli costanti abbiamo dato ordine all’Annonaria di battere a tappeto viale Padova, per tre mesi hanno verificato continuamente tutte le attività, in particolare quelle aperte 24 ore su 24 come negozi di kebab e piccoli supermercati, e stanno facendo lo stesso su Giambellino e Lorenteggio, la prossima tappa è il Corvetto dove abbiamo ricevuto diverse segnalazioni dai residenti».

Continua a leggere su: Il Giornale