Torino, blitz carabinieri in un campo rom: perquisizioni e arresti

(TgCom24) Maxi blitz dei carabinieri al campo rom di strada dell’Aeroporto, a Torino. I militari del Comando provinciale dell’Arma hanno effettuato perquisizioni tra baracche e roulotte. Tre persone sono state arrestate, a nove è stato notificato l’obbligo di presentazione, a 2 il divieto di dimora e altre 15 sono state denunciate a piede libero. I reati contestati vanno da roghi tossici, a furti e ricettazione.

(Repubblica) Quattordici misure cautelari e 15 denunce per i roghi tossici al campo nomadi di strada dell’Aeroporto. Il Blitz è scattato questa mattina poco dopo l’alba. Circa 100 carabinieri del comando provinciale sono stati impiegati  nell’operazione- con la collaborazione del Reggimento Piemonte e del nucleo elicotteri. I militari hanno perquisito il campo. Le misure cautelari sono state disposte dal tribunale di Torino:  sono tre custodie cautelari in carcere, nove obblighi di firma, due divieti di dimora e 15 denunce.
Le misure sono scattate in seguito all’indagine, coordinata dalla procura, su una serie di roghi tossici tra luglio 2017 e marzo di quest’anno.

L’indagine era partita da un’attività dei carabinieri di Leinì e si è allargata ad accertare anche moltissimi reati contro il patrimonio.  I carabinieri avevano già arrestato sei persone e recuperato refurtiva per un valore di 200mila euro.

Questa mattina i controlli hanno riguardato gran parte del campo nomadi: i militari sono entrati nelle roulotte, hanno controllato gli allacci elettrici delle baracche  e perquisito le aree esterne del campo con l’aiuto dei cani.