Roma 2024: no definitivo di Raggi, l’ira del Coni

Roma 2024 – Niente da fare, per la capitale, nonostante l’appello di ieri da parte degli olimpionici di Rio. La giunta guidata da Virginia Raggi dice definitivamente no alla candidatura per i Giochi del 2024. Secondo quanto riferisce l’agenzia Ansa, una fonte “qualificata” del Campidoglio avrebbe confermato la posizione del sindaco, al centro in questi giorni di numerose polemiche.

“La Giunta Raggi non cambia idea sulla possibilità che Roma organizzi le Olimpiadi tra otto anni e quindi dice no. E’ previsto – aggiunge la fonte – che la prossima settimana la sindaca di Roma faccia l’annuncio ufficiale in una conferenza stampa”.

Nonostante la lettera accorata del tre volte campione olimpico Campriani e quella firmata da quasi tutti gli atleti del Team Italia, dunque, la prossima settimana la giunta romana confermerà il suo no alla candidatura della capitale per le Olimpiadi del 2024. Nel 2012 fu il premier Monti a dire no alla candidatura di Roma ai Giochi del 2020 (la giunta Alemanno era per il sì), stavolta il presidente del Consiglio Renzi è per il sì, mentre è il comune di Roma ad opporsi.

Sempre l’Ansa, riferisce la posizione del Coni tramite una “fonte qualificata”, che esprime stupore e fastidio per il comportamento dell’amministrazione comunale.

“Impossibile. La sindaca Raggi ha sempre detto che avrebbe prima incontrato Malagò e Pancalli e finora, nonostante una richiesta formale scritta, non è stato fissato alcun incontro. E poi, sempre la sindaca, aveva garantito a Pancalli che se ne sarebbe parlato dopo le Paralimpiadi. Per cui la notizia è paradossale. La notizia è paradossale – aggiunge -, in quanto se vera sarebbe un affronto agli atleti che stanno gareggiando a Rio e per i quali le Paralimpiadi a Roma sarebbero l’unica possibilità per rendere accessibile la Capitale”.

Deluso anche il presidente del Consiglio Matteo Renzi, che da Firenze collega il no alle Olimpiadi alle difficoltà della giunta grillina.

Fonte: qui