Marco Travaglio: “Tra Renzi e Berlusconi sceglierei il segretario del Pd. Ma…”

“Se dovessi scegliere tra Silvio Berlusconi e Matteo Renzi non avrei dubbi: sceglierei Renzi”. Lo ha detto il direttore del Fatto Quotidiano, Marco Travaglio, rispondendo a una domanda di Giovanni Floris a Di Martedì su La7.

“È da 23 anni che per me Berlusconi rappresenta una bussola – spiega Travaglio -: dove c’è lui io sto dall’altra parte. Quindi in un gioco della torre, butterei giù Berlusconi. Anche se temo che, essendo Renzi e Berlusconi gemelli siamesi, se butti uno cade anche l’altro”. Lo riporta HuffPost.it.

Scalfari su Berlusconi e Di Maio? C’è gente con l’argenteria da difendere che ha paura dell’ignoto e che quindi preferisce tenersi i puzzoni pur di non affrontare un salto nel buio. Ma cosa possiamo ottenere di peggio rispetto ai cialtroni che ci hanno rovinato ultimi decenni?”.

Così, a Dimartedì (La7), il direttore de Il Fatto Quotidiano, Marco Travaglio, si esprime sulle dichiarazioni del fondatore di Repubblica, Eugenio Scalfari, circa Berlusconi e Di Maio. “E’ come se il papa la domenica mattina all’Angelus dicesse che Dio non esiste e che un patto col diavolo non sarebbe una cattiva idea” – osserva Travaglio – “Porto rispetto a Scalfari e gli voglio bene, non quanto nei confronti del papa. E non sono ironico. Dopo la morte di Montanelli, le cose più dure su Berlusconi le ho lette negli articoli di Scalfari. Quindi, mi sono posto la stessa domanda che mi sono fatto quando mio figlio, nello scherzo per Le Iene, mi ha detto che voleva partecipare alGrande Fratello Vip. Cioè, ho detto: ma è un ultracorpo o è vero?”.