Macerata, Luca Traini nel carcere con il nigeriano che ha ucciso Pamela

Nel carcere di MontacutoLuca Traini, l’uomo che sabato mattina 3 febbraio ha sparato contro un gruppo di africani a Macerata, è tenuto separato dai detenuti di colore. Lo riferiscono fonti del penitenziario. Traini è stato trasferito nella notte, al termine di lunghe ore di interrogatorio, nel penitenziario di Ancona.

Il carcere di Montacuto è lo stesso in cui si trova rinchiuso Innocent Oseghale, il nigeriano 29enne accusato dell’omicidio di Pamela Mastropietro, la ragazza romana il cui cadavere fatto a pezzi è stato trovato chiuso in due trolley. Sarebbe stato proprio quel brutale omicidio a scatenare la rabbia di Traini, incensurato, un passato di candidato nella Lega, che voleva vendicare la giovane. Oseghale è in isolamento, ma Traini, proprio perché tenuto in una sezione separata, non può entrare in contatto con gli altri detenuti di colore.

(Libero)