Elezioni in Sicilia, è panico: forse le elezioni regionali sono da annullare: “Autocertificazioni inesatte, 48 candidati inadempienti”

elezioni-voto-ballottaggio-risultati

Al momento è solo un’opposizione agli uffici elettorali, ma potrebbe diventare un problema che rischia di cambiare il volto della nuova assemblea. Giacomo Scala, non eletto nella lista di Sicilia Futura, ha acquisito i documenti dei concorrenti, scoprendo che la maggior parte non ha fatto riferimento alla legge Severino.

Da: affaritaliani.it

Per alcuni è “solo un polverone alzato da chi ha perso”; altri dicono che “sarà lo tsunami che travolgerà tutto”. Sta di fatto che le segreterie di tutti i partiti siciliani sono in fibrillazione, scrive il Foglio. Il problema? Alcuni neo eletti all’ Ars – esponenti di M5s, centrodestra e Pd – non hanno presentato la dichiarazione richiesta dalla legge Severino: una sorta di autocertificazione di candidabilità. E perciò rischierebbero ora la decadenza immediata: anzi, la mancata proclamazione. Non solo: i voti andati ai candidati “incandidabili” potrebbero essere a quel punto anche sottratti alle liste connesse. E insomma, continua il Foglio, ci sarebbe da ricalcolare tutti i risultati.

Due pronunciamenti del Consiglio di stato (nel 2013 e nel 2016) tenderebbero a dare consistenza all’allarmismo.

Leggi l’approfondimento su meridionews.it