Home Notizie Calabria, foglio di via per figlia del ministro Padoan

Calabria, foglio di via per figlia del ministro Padoan

0
Calabria, foglio di via per figlia del ministro Padoan

Associazione semplice finalizzata all’istigazione alla violazione delle leggi. È questo il motivo per cui è stata denunciata in Calabria Veronica Padoan, figlia del ministro dell’Economia Pier Carlo.

Un foglio di via è stato emesso dalla Questura di Reggio Calabria nei confronti di Veronica Padoan, figlia del ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan. Da tempo impegnata nella lotta al caporalato, la figlia del ministro, a quanto si apprende da fonti investigative, è stata anche denunciata, insieme ad altri attivisti, per associazione semplice finalizzata all’istigazione alla violazione delle leggi.

I provvedimenti si riferiscono a quanto avvenuto nello scorso mese di agosto a San Ferdinando, quando alcuni volontari dell’associazione ‘Campagne in lotta’ tentarono di impedire lo sgombero di una baraccopoli occupata da alcuni migranti e il loro trasferimento presso altra struttura.

Gli attivisti dell’organizzazione romana erano impegnati a impedire il trasferimento volontario dei migranti nella nuova tendopoli allestita dalla Prefettura per permettere a chi lo volesse di abbandonare le baracche fatiscenti del ghetto. La maggior parte dei braccianti ha fatto orecchie da mercante alle istanze di “Campagne in lotta” e si è messa in fila per essere ammessa nella nuova struttura. Ma la Questura non ha per niente gradito l’attività dell’organizzazione romana.

Per gli investigatori del commissariato di Gioia Tauro, guidato dal vicequestore aggiunto Diego Trotta, gli attivisti hanno brigato con chi ha minacciato di ritorsioni e aggressioni i braccianti decisi a trasferirsi nella nuova struttura.

Come riporta Repubblica, toccherà alla procura di Palmi valutare se e in che misura siano concretamente raffigurabili i reati contestati, che sulla carta prevedono pene fino a cinque anni.