Arrestato l’ex Juve Cuccureddu per falso e turbativa d’asta

Induzione indebita a dare o promettere utilità, turbativa d’asta, falso ideologico e materiale commesso da pubblici ufficiali in atti pubblici. Sono le accuse che questa mattina hanno portato agli arresti domiciliari il vicesindaco di Alghero, Antonello Usai, l’ex campione della Juventus, Antonello Cuccureddu, e il dirigente del settore Sport del Comune di Alghero, Giansalvo Mulas.

Rachele Nenzi per Il Giornale

I provvedimenti sono stati firmati dal gip di Sassari.

Nucleo operativo ecologico dei carabinieri di Sassari ha eseguito cinque provvedimenti cautelari nei confronti di cinque persone, ritenute responsabili dei delitti di induzione indebita a dare o promettere utilità, turbativa d’asta, falso ideologico e materiale commesso da pubblici ufficiali in atti pubblici. E’ quanto si apprende da fonti investigative. In particolare ai domiciliari è finito il vicensindaco e assessore allo Sport, Antonello Usai. Coinvolto nell’operazione anche Antonello Cuccureddu, ex calciatore della Juventus, per il quale è stato disposto il divieto di dimora nel comune di Alghero.

Cuccureddu ha giocato dal 1969 al 1981 nella Juventus, collezionando 303 presenze con 26 gol. Poi altri 3 anni nella Fiorentina e nel Novara. Ha esordito nella Nazionale maggiore con Enzo Bearzot nel 26 ottobre 1975 a Varsavia contro la Polonia. È stato primo calciatore sardo a scendere in campo nella fase finale di un Mondiale.